SALUTE. Meningite, Moige: “Addolorati per la morte del bimbo di Perugia”

"Proviamo un grande dolore per la morte del bimbo di Perugia ucciso, a soli sei anni, da sepsi meningococcica". Così apprende la notizia Maria Rita Munizzi presidente del Moige (Movimento Italiano Genitori) che aggiunge: "Non sappiamo ancora quale forma l’abbia colpito, se prevenibile o meno, vogliamo tuttavia ricordare ai genitori umbri, che in questo momento sono preoccupati e spaventati, che alcuni tipi di meningite, quella da pneumococco e quella da meningococco C, si possono prevenire".

In Umbria le vaccinazioni contro lo pneumococco e il meningococco C sono fornire gratuitamente dalle Asl solo ai soggetti a rischio (malati cronici), a tutti gli altri è richiesta una compartecipazione alla spesa.

"Le vaccinazioni contro la meningite, che poco più di un anno fa il Ministero della Salute ha inserito tra quelle raccomandate, – spiega la presidente – possono essere fatte presso le Asl a partire dal 3° mese di vita. Siamo tuttavia perplessi per i criteri con cui le Asl umbre forniscono le vaccinazioni antimeningite. Per far vaccinare i figli bisogna infatti comperare il vaccino alla Asl e contribuire alle spese di somministrazione sostenendo un costo che, per lo pneumococco e il meningococco C insieme, si aggira sulle 200 euro: una cifra che per alcune famiglie può essere discriminante".

Per i genitori che desiderano informazioni sulla malattia e sulle possibilità di prevenzione il Moige mette a disposizione il numero verde informativo 800.933.363 attivo il martedì, giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il sito www.prevenzionemeningite.it .

Comments are closed.