SALUTE. Messina, Associazione Consumatori Siciliani denuncia volontà di depotenziare ospedali

Dall’Associazione Consumatori Siciliani arriva preoccupazione per le sorti dei due ospedali di Barcellona Pozzo di Gotto e di Milazzo, in provincia di Messina. Prima le voci della chiusura dell’ospedale di Barcellona, poi le rassicurazioni sulla complementarità dei due ospedali. Afferma l’associazione: "La preoccupazione dell’Associazione Consumatori Siciliani è che a pagare le conseguenze delle scelte della Regione Siciliana siano i cittadini e soprattutto i più deboli e i meno indifesi, tutto è dovuto a scelte che si fanno stando seduti a una scrivania e senza spesso conoscere il territorio ma soprattutto le reali esigenze sanitarie dell’utenza. Sarebbe auspicabile che i due nosocomi non fossero messi l’uno contro l’altro ma in complementarietà eliminando gli sprechi per reparti doppioni, e si puntasse l’attenzione sul miglioramento del servizio sanitario offerto".

Per l’associazione, "la vicenda degli ospedali di Barcellona e Milazzo unitamente a quella di Mistretta, Sant’Agata Militello e Patti è la chiara dimostrazione della volontà politica di depotenziare il servizio sanitario in provincia di Messina e nella stessa città a vantaggio di altre province. È una vergogna quello che sta accadendo e soprattutto riteniamo che oggi occorra unire le forze per difendere il diritto alla salute della gente messo a rischio da scelte scellerate". Per l’associazione, un territorio vasto come quello di Barcellona e Milazzo richiede la creazione di una struttura sanitaria di eccellenza.

Comments are closed.