SALUTE. Milano, cittadini e sanità: quale futuro?

Si è svolto a Milano il seminario "Il coinvolgimento dei cittadini in sanità: la nuova sfida per operatori e forze sociali", proposto nell’ambito del progetto "Rete integrata per una politica sanitaria partecipata" (promosso da CPS, Coordinamento Promozione e Solidarietà, finanziato dalla Provincia di Milano).

All’evento hanno partecipato Paola Mosconi, dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, responsabile del progetto PartecipaSalute, Francesco Della Croce, direttore medico di presidio Policlinico, Gabriella Compagnoni, presidente comitato consultivo misto Azienda ospedaliera Lecco e Gioacchino Ghisio, responsabile UPT ASL Città di Milano.

La difficoltà di integrare nella politica sanitaria i due protagonisti – i cittadini e le istituzioni pubbliche – ha spinto a sviluppare il progetto Partecipasalute. Secondo Paola Mosconi "questo progetto si prefigge di sperimentare in tre anni diverse iniziative in due direzioni: orientare le associazioni di cittadini e pazienti al confronto sui temi dell’assistenza sanitaria; spingere le organizzazioni professionali e scientifiche a un rapporto costruttivo con i cittadini/pazienti, affinché ne accolgano le istanze e ne condividano le aspettative".

"E’ necessario", ha spiegato Paola Mosconi, "istituire un soggetto coordinatore, che riesca a rivestire il ruolo di interlocutore indipendente e si ponga come punto di riferimento nel sistema sanitario nazionale". Infine ha concluso la responsabile del progetto "il rapporto tra i diversi soggetti deve essere di collaborazione: di partecipazione e coinvolgimento in un percorso comune".

Comments are closed.