SALUTE. Milano, cuore e polmoni più sani con l’Ecopass

Meno inquinamento e più salute con l’Ecopass a Milano. E’ quanto emerge dai primi risultati del progetto "Qualità dell’aria e del suo impatto sulla salute" presentati dall’assessore alla Salute del Comune di Milano, Giampaolo Landi di Chiavenna. Lo riferisce il Comune di Milano in una nota.

Obiettivo della ricerca, effettuata su cinque ospedali milanesi a partire da novembre 2007, valutare la correlazione tra gli accessi all’ospedale per patologia acuta e cardio-respiratorie nel pronto soccorso e i livelli di inquinamento ambientale, nelle differenti zone della città, in particolare su bambini anziani.

Il confronto dei primi tre mesi 2007 e 2008 ha dato un’indicazione "positiva", cioè, nei primi mesi di introduzione di Ecopass le ospedalizzazioni sono state 6.026, nell’anno precedente, il 2007, erano state 6.182. I dati si riferiscono a un campione di circa 16 mila diagnosticati.

"Sono dati – ha spiegato Landi di Chiavenna – ancora parziali ma incoraggianti. Abbiamo intrapreso un percorso importante, certamente lungo, ma che comincia già a dare i primi risultati: parlo di una riduzione del 2,5% delle ospedalizzazioni per patologie conseguenti all’inquinamento atmosferico su un campione di oltre 16 mila casi esaminati ad oggi. A fine anno saranno circa 40 mila e questo mi consentirà di essere più esaustivo.

"I primi dati che emergono – ha concluso l’assessore Landi – dal progetto Pollution and emergencies in Milan dell’assessorato alla Salute su cinque pronto soccorso della città, mi fanno tuttavia ritenere che, continuando sulla strada intrapresa, si arriverà ad un risultato sempre più soddisfacente".

Comments are closed.