SALUTE. Milano, presentata la Carta dei dieci Diritti dei Bambini e Adolescenti in ospedale

Promuovere i diritti fondamentali per i bambini, gli adolescenti e per i loro genitori in ospedale. Sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni su questo tema per garantire ai piccoli cittadini la qualità delle cure e tutelare il loro equilibrio in un momento delicato, come la permanenza in ospedale, attraverso la garanzia dei diritti più elementari. Sono questi i temi affrontati oggi durante la presentazione della Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in ospedale, promossa dalla Fondazione ABIO (Fondazione per il bambini in ospedale) in collaborazione con la Società italiana di Pediatria.

L’intento del documento – che fa riferimento alla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989 – è garantire ai piccoli pazienti, oltre alle cure più appropriate, anche il diritto al gioco e allo studio, mentre alla famiglia deve essere in ogni modo assicurato il massimo coinvolgimento sulle decisioni terapeutiche e la diagnosi relativa allo stato di salute dei loro figli.

"Alcuni dei diritti esposti nella Carta, sembrano scontati – ha spiegato Beppe Severgnini, giornalista-scrittore e testimonial della campagna di sensibilizzazione – come la permanenza dei genitori accanto al bambino in ospedale. Ma non c’è solo questo. I bambini e gli adolescenti hanno il diritto a essere ricoverati in un reparto di pediatria insieme ad altri ragazzi, mentre una stanza giochi deve sempre essere disponibile per i più piccoli. Oltre all’assistenza medica, hanno diritto anche a un sostegno psicologico, scolastico e culturale, vista la presenza di tanti giovani pazienti stranieri in ospedale".

Per il benessere del piccolo paziente ospedalizzato, rimane comunque fondamentale il ruolo del pediatra nella tutela dello sviluppo psico-fisico, oltre che della salute fisica del bambino. "Soprattutto durante un ricovero, che rappresenta sempre un momento critico per il bambino e la famiglia – ha dichiarato a Help Consumatori Pasquale Di Pietro, presidente della Società italiana di pediatria – è fondamentale che la struttura garantisca, oltre a una qualità delle cure di eccellenza, anche una serena degenza ospedaliera ai piccoli pazienti e alle loro famiglie".

La Carta dei Bambini in ospedale – che si declina in dieci punti – verrà diffusa da ABIO presso le strutture ospedaliere che aderiranno all’iniziativa e nei reparti dove operano i volontari dell’associazione e sarà promossa da una campagna informativa, che avrà come testimonial Beppe Severgnini e gode del patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero della Solidarietà Sociale e delle Politiche per la Famiglia.

Per ulteriori dettagli e informazioni sulla Carta dei Diritti dei Bambini e Adolescenti in ospedale, consultare il sito www.abio.org

 

Comments are closed.