SALUTE. Obesità, Assobibe: “Stop alla distribuzione di bibite gassate nelle scuole”

Addio alle bibite gassate a scuola. A proporre la drastica misura contro l’obesità dei bambini e ragazzi fino a 12 anni sono i produttori di bibite analcoliche aderenti ad Assobibe (Associazione italiana degli industriali delle bevande analcoliche), che questa mattina a Roma hanno presentato il Codice per l’autoregolamentazione delle attività di promozione e commercializzazione dei prodotti del settore.

Il vicepresidente di Assobibe, Nicola Raffa, assicura di aver già smesso di commercializzare le bibite in questione nelle scuole dove l’associazione aveva una distribuzione diretta togliendo i distributori. "Si tratta, tuttavia – spiega Raffa – di un numero limitato di istituti perché nella maggioranza dei casi le macchinette sono gestite da terzi". Per questo, tutte le aziende aderenti a Assobibe hanno scritto ai distributori per informarli della volontà di uscire dalle scuole elementari con tutte le bevande gassate analcoliche. Una decisione che potrebbe essere presto estesa anche alle medie inferiori.

La presa di posizione dell’associazione, però, non obbliga automaticamente le società distributrici, quelle che riempiono le macchinette. Non possiamo imporre loro la decisione – dice Raffa – nè possiamo rifiutarci di vendere i prodotti, altrimenti saremmo perseguibili dall’Antitrust. La soluzione forse arriverà dall’incontro dell’associazione con il ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni.

Comments are closed.