SALUTE. Obesità, Ministero Salute: è causa di 52mila decessi l’anno

Sovrappeso e obesità aumentano il rischio di malattie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari. Già attualmente in Italia, all’obesità sono attribuiti 52.000 decessi all’anno. Si tratta del secondo rischio per la salute dopo il fumo. Lo afferma il Ministero della Salute che tramite il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) ha oggi organizzato il convegno "Apprendere dall’esperienza: le politiche di contrasto all’obesità negli USA e in Gran Bretagna, i programmi dell’Europa", finalizzato a offrire la possibilità di riflettere sull’esperienza di altri Paesi che si sono già confrontati con l’epidemia di obesità.

Obesità e sovrappeso sono in aumento in tutti i Paesi occidentali incluso l’Italia. Non bisogna pensare a queste condizioni solo come a un problema estetico o come, nei casi estremi, ad una malattia. In Italia oggi, un maschio adulto su due è in sovrappeso e una donna adulta su tre è in sovrappeso. Tra i bambini uno su tre è in sovrappeso.

I prossimi 6 e 7 dicembre, inoltre, presso l’Auditorium Sala convegni dell’Agenzia per la Protezione Ambientale (APAT) di via Curtatone, 7 – Roma, si svolgerà un altro incontro dal titolo "Il ruolo dei SIAN (Servizi igiene, alimenti e nutrizione del Ssn) nella prevenzione dell’Obesità: dalle strategie alle azioni". L’obiettivo di questo secondo convegno sarà quello di consentire il confronto tra i servizi SIAN di diverse aree del Paese, relativamente alle iniziative ed alle pratiche nel campo del contrasto all’obesità e con una maggiore attenzione per argomenti come l’intersettorialità, la sorveglianza nutrizionale e l’attività fisica.

Comments are closed.