SALUTE. Oggi Giornata Mondiale contro la droga: impegni e proposte

Nell’Unione Europea i consumatori di cocaina sono quasi 12 milioni e c’è una media di un morto di overdose ogni ora; ogni anno sono 7-8000 i morti per droga. In Italia il consumo di cocaina tra i giovani è molto alto e, in occasione della Giornata Mondiale contro la droga che si celebra oggi, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Carlo Giovanardi, ha presentato il documento "Cocaina e minori", contenete linee di indirizzo per le attività di prevenzione del fenomeno.

"E’ stato osservato – ha dichiarato il Sottosegretario – che oggi per alcuni minorenni, il consumo di droga, ed in particolare di cocaina, non viene ancora considerato un comportamento dannoso, pericoloso e da evitare. L’esigenza di fare prevenzione precoce, dunque, costituisce sempre di più una prerogativa importante nel contesto globale delle politiche relative al fenomeno della droga. A tal proposito ci si è resi conto, però, che le tradizionali forme di intervento rivolte alla prevenzione non hanno mostrato particolare efficacia. Da qui – ha spiegato Giovanardi – è nata l’idea di elaborare delle linee di indirizzo per le attività di prevenzione ed identificazione precoce dell’uso di sostanze, puntando soprattutto al fenomeno emergente dell’uso di cocaina tra i minori".

E anche l’Europa si muove in questa direzione. Oggi la Commissione Ue ha lanciato l’AED, l’Azione Europea sulla Droga, un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione che vuol mobilitare la società civile intera. Facendo leva sul principio della responsabilità condivisa, l’AED incoraggia chiunque a firmare una dichiarazione di impegno.

"Sollecitare le organizzazioni e i cittadini europei – ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Jacques Barrot – ad assumere un ruolo attivo è una delle priorità del nuovo Piano d’azione dell’UE in materia di lotta contro la droga (2009-2012), di cui l’AED rappresenta una delle azioni fondamentali. Con l’AED ci avviciniamo ai cittadini europei nella loro vita quotidiana, fornendo loro i mezzi per esprimere le proprie opinioni e prendere iniziative concrete".

Ad oggi sono 21 le organizzazioni che hanno aderito all’AED, tra cui la Fondazione Villa Maraini italiana.

 

Comments are closed.