SALUTE. Oggi il “No Alcol Day”: intervenire con urgenza

Ricorre oggi il "No Alcol Day", la giornata di sensibilizzazione voluta dalle Associazioni dei consumatori Assoutenti, Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Casa del Consumatore, Codacons, CTCU-Centro Tutela Consumatori Utenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Codici, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale dei Consumatori, con l’Associazione Italiana dei Club Alcologici Territoriali e il Consorzio ALIA per richiamare l’attenzione dei cittadini sul rischio di malattie alcol-correlate.

I risultati delle ricerche svolte dall’agenzia IARC (International Agency for Research on Cancer), di cui si avvale l’Autorità della salute delle Nazioni Unite, WHO (World Healt Organization), hanno portato ad includere l’alcool, ossia l’etanolo, nel "gruppo I" della classifica degli agenti cancerogeni per l’uomo, specificando che il rischio nasce con il "consumo" di alcool e non con l’abuso della sostanza. Infatti il "gruppo I" viene usato quando c’è una "sufficiente evidenza di cancerogenicità per gli esseri umani" e comprende, tra gli altri, il tabacco, l’amianto, l’arsenico, la formaldeide, ecc., notoriamente conosciuti e definitivamente trattati come agenti cancerogeni. E’ proprio alla luce di questi dati che le Associazioni promotrici hanno ritenuto urgente attivare una campagna informativa per la prevenzione delle malattie alcol-correlate: una raccolta di firme e una richiesta formale al Ministero della Salute affinché intervenga con urgenza con un piano di azioni concrete per informare i cittadini sui danni che il semplice uso di alcol possono portare: prima fra tutte l’etichettatura delle bottiglie di bevande alcoliche per indicare, ingredienti, composizione e avvertenze per la salute.

"Non si tratterà di una campagna proibizionista ma informativa e per la prevenzione. Attraverso il CNCU abbiamo richiesto un parere al Consiglio Superiore di Sanità e all’Istituto Superiore di Sanità in merito ai pericoli dell’uso e abuso di alcol affinché le Istituzioni facciano chiarezza e programmino con urgenza un’attività adeguata di sensibilizzazione – spiega Mario Finzi presidente di Assoutenti e promotore dell’iniziativa – Anche per l’alcol i cittadini devono conoscere i rischi reali per la loro salute, così come già avviene per il fumo".

Comments are closed.