SALUTE. Ospedale Bambino Gesù: pollini e smog, tempo di allergie

È un mix esplosivo, quello composto dallo smog e dai pollini che quest’anno fioriranno senza ritardi per la "disperazione" di quanti soffrono di allergia, una patologia in aumento soprattutto fra i bambini, come sottolineano i responsabili dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. "In Italia, come nel resto dei Paesi occidentali, la tendenza alle allergie è in aumento, in particolare tra i bambini – commenta Renato Cutrera, Responsabile di Broncopneumologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Il clou della pollinazione, soprattutto delle graminacee, è atteso tra aprile e maggio e in presenza di sintomi come prurito, starnuti, naso chiuso, lacrimazione, infiammazione degli occhi, respiro faticoso o asma, il consiglio è rivolgersi al pediatra di famiglia ed eventualmente allo specialista, per individuare la terapia più idonea".

Calendario da tenere presente: i pollini di cipresso e mimosa a fine marzo lasceranno il passo alle parietarie. I test allergometrici possono essere eseguiti – spiegano gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – anche quando i sintomi allergici sono in corso, e comunque prima di iniziare una terapia antistaminica. E attenzione alle cure fai da te che, a fronte di un sollievo immediato, possono avere conseguenze nel lungo periodo.

Comments are closed.