SALUTE. Procreazione assistita, Cittadinanzattiva: bene le nuove linee guida

La revisione delle linee guida della legge 40 sulla procreazione assistita viene accolta con favore e soddisfazione da Cittadinanzattiva. "Siamo soddisfatti – commenta in una nota Francesca Moccia, coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva – perché le nuove linee guida ampliano le categorie che possono avere accesso alle tecniche di fecondazione assistita, eliminando le precedenti discriminazioni tra soggetti "sani" e soggetti affetti da particolari patologie; in secondo luogo, ma non meno importante, potenziano il diritto del cittadino alla scelta perché la possibilità di diagnosi preimpianto lo mette nelle condizioni di esprimere un consenso davvero informato al trattamento". L’associazione chiede che su tutto il territorio nazionale sia garantito lo stesso livello di accesso alle tecniche di fecondazione assistita e sollecita il nuovo governo a migliorare l’assetto normativo evitando disparità territoriali fra i cittadini.

Comments are closed.