SALUTE. Pronto Soccorso, Fazio pensa ad una quarta macroarea nel fondo sanitario nazionale

Stamattina il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha incontrato le sigle sindacali dei medici per discutere con loro della riforma dei Pronto Soccorso. Fazio, dopo l’annuncio di ieri sulla separazione dei codici bianchi e verdi da quelli rossi e gialli, ha parlato dell’ipotesi di creare una macro area all’interno del fondo sanitario nazionale in aggiunta alle 3 tradizionali (prevenzione, ospedale e territorio). Il Ministro ha spiegato che questa quarta area dedicata all’emergenza-urgenza, deve vedere una forte interazione a livello di cabina di regia tra medicina d’urgenza e territorio". Questo pomeriggio il Ministro incontrerà la commissione Salute della Conferenza Stato-Regioni per iniziare a discutere della riforma del settore dell’emergenza-urgenza.

Le Organizzazioni Sindacali della dirigenza medica e della medicina convenzionata condividono le linee di intervento esposte dal Ministro, in modo particolare l’obiettivo di ridurre l’afflusso dei codici bianchi e verdi attraverso una maggiore integrazione tra ospedale e territorio, ma anche la necessità di lavorare in un’ottica di sistema. "Il vero problema dei Pronto soccorso oggi – scrivono le Organizzazioni Sindacali – è l’eccesso di domanda di ricovero soprattutto nell’area medica per cause epidemiologiche e demografiche cui si è accompagnata negli anni una progressiva riduzione del numero dei posti letto per acuti e di personale dedicato, specie nelle Regioni soggette ai piani di rientro". Le Organizzazioni Sindacali hanno sottolineato al Ministro la necessità di risposte urgenti soprattutto in merito al problema degli organici, procedendo anche a rivedere le linee guida che governano il sistema dagli anni ’90.

Comments are closed.