SALUTE. Regione Lazio approva tavolo interistituzionale per integrazione socio-sanitaria

La Regione Lazio ha approvato la proposta di legge per l’istituzione di un "tavolo regionale interistituzionale permanente per l’integrazione socio-sanitaria" che ha l’obiettivo di contrastare finanziamenti a pioggia e valorizzare l’attività di programmazione attraverso la collaborazione di chi, pubblico o privato, si occupa di assistenza e sanità. Lo ha reso noto la Regione in una nota stampa.

La Commissione Politiche Sociali, Lavoro e Pari Opportunità ha dunque approvato all’unanimità la proposta di legge presentata dal consigliere Maria Antonietta Grosso del gruppo federato della Sinistra Arcobaleno che istituisce il "tavolo regionale interistituzionale permanente per l’integrazione socio-sanitaria". Del tavolo faranno parte, oltre agli assessori regionali alla Sanità, Lavoro, Politiche Sociali, Scuola e Tutela dei Consumatori, i membri degli Uffici di Presidenza delle commissioni di riferimento, una rappresentanza per ognuna delle ASL e per ognuno dei Distretti Socio-sanitari del Lazio, le organizzazioni sindacali, rappresentanti delle organizzazioni del volontariato, della cooperazione, delle associazioni sociali e di tutela dei consumatori, Dell’ARAL e gli Enti di Promozione Sociali.

"La proposta di legge – ha dichiarato Maria Antonietta Grosso – accoglie una richiesta proveniente da soggetti del terzo settore, del mondo della cooperazione e dell’associazionismo e ha lo scopo rilevante di contrastare finanziamenti a pioggia e di valorizzare una seria programmazione che prevede la realizzazione di atti normativi ed amministrativi che consentano l’attivarsi di procedure integrate ed omogenee su tutto il territorio regionale, attraverso la stretta collaborazione tra i soggetti pubblici e quelli privati che a vario livello si occupano di sanità ed assistenza".

Comments are closed.