SALUTE. Roma, Circolo Mario Mieli e Istituti Ospedalieri in campo per promuovere la prevenzione

Nuovo impulso alla lotta contro le malattie sessualmente trasmissibili arriva con un progetto finanziato dall’Istituto Superiore di Sanità che vede protagonisti il Circolo di cultura omosessuale "Mario Mieli", l’Istituto Dermatologico San Gallicano IRCCS e l’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata – Immunologia Clinica. Il progetto di sanità pubblica si chiama "Coroh: prendersi cura di sé migliora la salute di tutti" e prende le mosse dai preoccupanti dati sulle infezioni registrati dagli Istituti coinvolti.

Paradossalmente – hanno fatto notare i medici delle strutture romane intervenuti alla conferenza stampa di presentazione del Progetto – a fronte degli ottimi risultati raggiunti in termini di cura delle malattie, si è registrato un incremento dei nuovi casi di contagio non solo di HIV ma anche di sifilide, in particolare nella popolazione omosessuale considerata più vulnerabile.

E’ come se – continuano gli specialisti – si fosse persa la memoria del rischio vuoi perché si è assistito ad un "abbassamento della guardia" generalizzato vuoi perché oggi esistono cure in grado di garantire una vita dignitosa alle persone che di HIV si ammalano. Questo, in particolare, ha fatto registrare un decremento di diagnosi precoci perché sempre più persone si sottopongono al test quando ormai è troppo tardi.

In questa prospettiva e in mancanza di campagne di prevenzione governative si inserisce il progetto Coroh che si pone come obiettivo principale quello di ampliare la coorte di maschi omosessuali e di persone transessuali periodicamente testati portandola dalle attuali 2000 unità fino a 5000 con una duplice azione reiterata di prevenzione e controllo non solo dell’HIV ma anche delle altre malattie sessualmente trasmesse.

Il progetto consente di effettuare visite, controlli diagnostici ed esami di laboratorio per lo screening delle più importanti infezioni sessualmente trasmesse oggi conosciute. E’ sufficiente presentarsi nei giorni feriali e senza appuntamento presso uno dei due Centri Ospedalieri (San Gallicano e San Giovanni) dove senza alcuna prescrizione si potrà richiedere direttamente ai medici l’effettuazione dei controlli.

Comments are closed.