SALUTE. SSN compie 30 anni, Ministero presenta la campagna “Buona Sanità”

Il Servizio Sanitario Nazionale compie 30 anni. Per l’occasione il Ministero della Salute ha oggi lanciato la campagna per la "Buona Sanità" a firma Oliviero Toscani. "Pane, amore e sanità". Questo lo slogan scelto per l’iniziativa che sarà protagonista delle affissioni pubblicitarie presenti su tutto il territorio nazionale dai primi giorni di ottobre.

"Questa campagna – ha affermato il ministro della salute Livia Turco – nasce da un dovere civico. I cittadini italiani devono essere più consapevoli del fatto che il loro Servizio sanitario non chiede quale reddito hanno e li cura dalla culla alla fine della vita. E’ davvero un sistema equo e universalistico". Per Toscani si tratta di una "campagna all’insegna dell’ottimismo, del sorriso e della speranza perché siamo tutti dipendenti dal Ministero della Salute, ne facciamo tutti parte. La campagna ha risposto alla precisa richiesta del Ministro di rappresentare la bella Sanità".

Il Ministro ha inoltre oggi presentato un dossier che mette a confronto il sistema sanitario italiano con quelli dei principali Paesi europei, del Canada e degli Stati Uniti d’America. Secondo il rapporto l’Italia si posiziona al quinto posto per percentuale di spesa sanitaria totale rispetto al PIL con un 8,9% (anno 2005). Per quanto riguarda i posti letto il nostro paese ne presenta 3,3 ogni mille abitante contro i 6,4 della Germania e i 3,7 della Francia. Il dossier analizza anche, a livello europeo, la percezione dei cittadini sullo stato di salute e sulla distribuzione delle strutture sanitarie sul territorio. In Italia, nel 2002, il 60,9% delle persone ha dichiarato di poter raggiungere le strutture in meno di 20 minuti contro la media Ue del 50%.

Il dossier mette in evidenza i punti di forza del Servizio Sanitario. In difesa del SSN è intervenuto il Presidente del Consiglio Romano Prodi che ha sottolineato: ”Abbiamo un sistema in cui si vive in media 80 anni, più che negli Stati Uniti. La mortalità infantile da punte elevate è arrivata ai minimi. Qualcosa di buono nel sistema ci dovrà essere anche se abbiamo ancora tanta strada da fare."

Intenzione del Ministro è "diffondere, accanto alla campagna, i dati contenuti in questa ricerca. Ad esempio, far sapere ai cittadini che siamo l’unico Paese in Europa a garantire la possibilità di scegliere il pediatra senza alcuna spesa a carico delle famiglie per tutti i bambini da 0 a 14 anni". "Riteniamo comunque di dover migliorare il sistema, ma questo non è possibile se non siamo consapevoli dei valori del servizio", ha concluso Turco annunciando una convenzione con l’Organizzazione mondiale per la sanità per un monitoraggio costante dell’assistenza sanitaria italiana.

 

Comments are closed.