SALUTE. Tribunale diritti malato denuncia blocco visite oncologiche all’ospedale S. Andrea di Roma

Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato denuncia il blocco delle visite oncologiche all’ospedale S. Andrea di Roma. I malati si vedono annullare le visite e sono costretti a rivolgersi a strutture a pagamento. "Negli ultimi giorni stiamo ricevendo tantissime segnalazioni che riguardano il blocco delle visite di controllo oncologiche presso l’Ospedale S. Andrea di Roma – è l’allarme di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato – Finora sono circa un centinaio le persone che sono state richiamate per annullare le visite già programmate da tempo. Si tratta di malati oncologici operati per carcinoma al seno ed altre patologie. Nella comunicazione che ricevono telefonicamente non viene indicata neanche una data alternativa".

La decisione, afferma l’associazione, sembra legata – secondo le prime informazioni raccolte – al mancato rinnovo del contratto dei medici. "Siamo veramente preoccupati ed indignati per come vengono trattati questi malati. Molti dei quali si stanno rivolgendo ad oncologici privati a pagamento. Conosciamo l’Unità di Oncologia del S. Andrea come un’eccellenza della nostra regione ed è proprio per questo che va tutelata insieme ai suoi operatori. Chiediamo un intervento immediato per risolvere questa situazione e soprattutto per la dignità di queste persone".

Comments are closed.