SALUTE. Tumori, in aumento i casi ma si guarisce di più

Aumentano i tumori in Italia come in tutti i paesi industrializzati ma si muore sempre di meno. I dati del rapporto 2006 pubblicato sul sito Epicentro dell’Istituto Superiore di Sanità, parlano di 250 mila nuovi casi l’anno, 162.756 tra gli uomini e 129.247 tra le donne. In media un uomo ogni tre e una donna ogni quattro hanno la probabilità di avere una diagnosi di tumore nel corso della vita (0-74 anni). Nel rapporto emerge che i tumori colpiscono prevalentemente in età adulto-avanzata.

Nel periodo 1998-2002 i cinque tumori più frequentemente diagnosticati sono risultati fra gli uomini i tumori della cute diversi dal melanoma (15,2%), il tumore della prostata (14,4%), il tumore del polmone (14,2%), il tumore della vescica (9,0%), e quello del colon (7,7%); tra le donne, il tumore della mammella (24,9%), i tumori cutanei diversi dalmelanoma (14,8%), il tumore del colon (8,2%), il tumore del polmone (4,6%) e quello dello stomaco (4,5%).

Tra gli uomini l’incidenza del tumore della prostata ha superato quella del polmone. Tra le donne il tumore della mammella rappresenta circa un quarto dei casi e si conferma il trend in crescita del tumore del polmone. La mortalità per tutti i tumori in Italia si presenta in diminuzione sia nei maschi sia nelle femmine. Diminuisce anche la differenza di incidenza dei tumori fra Nord e Sud, molto forte negli anni Settanta.

 

Comments are closed.