SALUTE. Ue, al via campagna antifumo

Il commissario responsabile per la salute e tutela dei consumatori, Markos Kyprianou, e numerosi altri commissari europei si sono sottoposti oggi a un esame dell’aria espirata per misurare il livello di monossido di carbonio (CO), un gas tossico prodotto dal fumo di tabacco, segnando così l’avvio della fase successiva della campagna antifumo dell’UE "HELP – Per una vita senza tabacco".

"Ho smesso di fumare più di quindici anni fa – ha dichiarato il commissario Markos Kyprianou – e fortunatamente i livelli di monossido di carbonio nei miei polmoni sono ridivenuti normali. Ogni giorno, tuttavia, molti giovani incominciano a fumare; questa campagna è finalizzata a sensibilizzare la popolazione sui rischi per la salute causati dal monossido di carbonio presente nel fumo di sigaretta. Ogni anno in Europa i costi sanitari legati al tabagismo ammontano a 100 miliardi di euro e il fumo è diventato la principale causa evitabile di mortalità dei nostri tempi. Finora la campagna HELP è riuscita a diffondere con successo il messaggio che i fumatori possono essere aiutati ad abbandonare il loro vizio e a mettere in guardia i giovani contro i rischi del fumo passivo e della dipendenza. Con questa iniziativa sul monossido di carbonio la campagna HELP passa a una marcia superiore nella promozione di una vita senza tabacco."

Perché misurare i livelli di monossido di carbonio?
Il monossido di carbonio è estremamente tossico, ma è incolore ed inodore: fra le centinaia di componenti tossici del fumo di tabacco risulta particolarmente nocivo tanto per i fumatori quanto per i non fumatori. Il livello di CO nell’organismo dei fumatori supera la soglia di allarme dell’inquinamento da CO nelle città dell’UE (fissata a 8,5 PPM[1]). Nei non fumatori il livello di CO nell’aria espirata aumenta in funzione della durata dell’esposizione al fumo passivo. La campagna mira a sensibilizzare la popolazione sui pericoli del monossido di carbonio e ad incoraggiare fumatori e non fumatori a informarsi circa gli effetti del tabagismo sull’organismo, i rischi del fumo passivo e i benefici per la salute per chi smette di fumare.

Da marzo a novembre 2006 la campagna HELP sarà presente ad oltre 100 manifestazioni nazionali che si svolgeranno in tutta Europa. Per l’occasione è stata progettata una serie speciale di 25 stand HELP (uno per ogni Stato membro). In ciascun tendone HELP un’équipe di esperti della rete europea per la prevenzione del fumo (ENSP) sarà a disposizione di tutti coloro che, fumatori e non fumatori, vorranno sottoporsi al test di misurazione del CO.

Il test sarà anonimo e i risultati saranno registrati dall’équipe presente in ogni tendone. I risultati verranno poi codificati al fine di costituire una base dati informatica. Questi dati verranno utilizzati per uno studio europeo che sarà diretto dal Professor Bertrand Dautzenberg, specialista polmonare e tabaccologo di fama internazionale (Groupe Hospitalier Pitié Salpêtrière, Paris) nonché coordinatore della rete europea degli ospedali senza fumo.

Comments are closed.