SANIT. Federanziani: sanità italiana tirchia con la terza età

Per gli anziani non autosufficienti in Italia si spende come assistenza domiciliare solo 38,18 euro. Lo denuncia Federanziani che nel rapporto "Sic-sanità in cifre 2007" in cui parla di un’Italia a due velocità in tema di sanità: "splendida con gli immigrati, tirchia con gli anziani". "Anche nel 2007 – ha detto il presidente della federazione, Roberto Messina – è stato portato a termine il progetto del compendio sulla sanità italiana giunto alla seconda edizione. Si tratta del più organico ed utile strumento d’ausilio ai decisori politici, nazionali e locali, un valido supporto strategico a disposizione di tutti gli operatori che compongono la filiera sanitaria".

Secondo il rapporto il costo dell’assistenza ospedaliera è cresciuto negli ultimi due anni del 7,5%, mentre i costi pro-capite dei Livelli Essenziali di Assistenza registrano nello stesso periodo un incremento del 15,2%. La spesa specialistica in 10 anni è aumentata del 175%, passando da 1,2Mld di euro nel 1995 a 3,3 nel 2005, mentre quella ospedaliera è cresciuta del 58,2% attenstandosi a 8,7 miliardi nel 2005 contro i 5,5 di dieci anni prima. Per quanto riguarda il personale del Servizio Sanitario, l’onere a suo carico è passato dai 20,5Mld del 1995 ai 31,1 del 2005, con un aumento del 51,7%.

In materia di controlli Federanziani fornisce alcune note positive: il Ministero della Salute ha fatto ispezionare nel 2006 molte strutture ospedaliere, con dati certo non allarmanti: su 321 controllate si sono riscontrate 117 irregolarità amministrative e sono state 56 le segnalazione all’autorità giudiziaria.

 

Comments are closed.