SANITA’. Assegnati i fondi per la ricerca finalizzata

La Commissione nazionale per la ricerca sanitaria del Ministero della Salute si è riunita ieri per stabilire i criteri di assegnazione dei fondi per la ricerca finalizzata per un totale di 110 milioni di euro. In particolare si tratta di 76 milioni di euro finalizzati al trasferimento di conoscenze scientifiche tra laboratorio, clinica e innovazione nell’organizzazione dei servizi sanitari, per i quali è già stato pubblicato il bando l’8 novembre scorso sul sito del Ministero della Salute; 15 milioni di euro riservati ai giovani ricercatori "under 40", per i quali è già stato pubblicato il bando pubblico sul sito del Ministero della salute il 23 novembre scorso; 8 milioni di euro per la ricerca sulle cellule staminali; 6 milioni di euro per la ricerca nel campo della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro; 5 milioni di euro per la ricerca nel campo della sicurezza alimentare riservati agli Istituti zooprofilattici sperimentali.

Questi fondi sono riservati alle Regioni, all’Iss, all’Ispesl, all’Agenzia per i servizi sanitari regionali, agli Irccs e agli Istituti zooprofilattici sperimentali. Gli altri enti di ricerca, compresa l’Università e gli istituti privati, possono concorrere alla realizzazione di tali progetti ma solo sulla base di specifici accordi con i titolari primari di questi finanziamenti.

Per tutti questi finanziamenti sarà pubblicato apposito bando, come già avvenuto per i primi 76 milioni e per i 15 milioni destinati ai giovani ricercatori, sul sito del Ministero della Salute.

Comments are closed.