SANITA’. Consiglio Superiore autorizza donazione samaritana

Il Consiglio Superiore di Sanità ha autorizzato, oggi, la cd donazione samaritana, ovvero la donazione di un organo ad uno sconosciuto. La donazione samaritana, che può essere fatta per il rene, deve però essere sottoposta a un rigido protocollo sia per evitare che l’atto di generosità e altruismo celi un traffico d’organi a pagamento. Sia per tutelare la privacy, sia per garantire che il donatore sia sano e non trasmetta, insieme all’organo, anche qualche malattia. Per scongiurare il rischio di commerci illegali, espressamente vietati dalla nostra legislazione, il parere favorevole del Css prevede in modo esplicito l’anonimato più totale: il donatore non può assolutamente sapere l’identità del ricevente e viceversa.

Il parere del Consiglio Superiore di Sanità giunge nel giorno in cui viene presentata alla stampa la XIII edizione della Giornata Nazionale Donazione e Trapianto, promossa dal Ministero della Salute, insieme alle Associazioni e al Centro Nazionale Trapianti, che quest’anno si celebra il 30 maggio.

Comments are closed.