SANITA’. Energy drinks, il Ministero della Salute fa il punto

Energy drinks, il Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali fa il punto. Attraverso una nota stampa, infatti, il Ministero rende noto che "è stata prevista una specifica disposizione di etichettatura che impone l’avvertenza circa il ‘Tenore elevato di caffeina’, da inserire nello stesso campo visivo della denominazione" di queste bevande. Inoltre, sono in corso i contatti con le Associazioni di categoria per disciplinare, anche su base volontaria, una corretta informazione sul consumo di detti prodotti e sulla pubblicità al fine di permettere scelte consapevoli legate al loro eccessivo consumo o all’assunzione in contemporanea di alcool.

Come spiega la nota, gli energy drinks sono bevande analcoliche, comunemente presenti sul mercato comunitario, caratterizzate da un elevato livello di caffeina. Recentemente è emersa la problematica dell’uso eccessivo di queste bevande e soprattutto della loro associazione con alcool, purtroppo frequente tra i giovani.

"Nello spirito di tutela della salute", il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha sottoposto recentemente all’attenzione della Commissione Unica per la Dietetica e la Nutrizione la problematica legata al consumo di tali drink, soprattutto negli ambienti giovanili, in associazione con bevande alcoliche o super alcoliche. "A seguito del parere espresso da detta Commissione – spiega in conclusione il Ministero – e nei limiti consentiti dalla legislazione comunitaria in vigore, si stanno valutando specifiche disposizioni di etichettatura per favorire un uso corretto e sicuro dei prodotti in questione. A tal riguardo la Commissione Europea è stata coinvolta per un approccio armonizzato trai Paesi Comunitari".

Comments are closed.