SANITA’. Giornata Mondiale della Fisioterapia, i consigli per riconoscere il falso terapista

Istituita per ricordare a tutti l’importanza di riconoscere un vero professionista della fisioterapia e le regole per smascherare coloro che non ne possiedono i titoli, la Giornata Mondiale della Fisioterapia si celebra oggi all’insegna dello slogan "Giù le mani!" attraverso il quale l’Associazione Italiana Fisioterapisti (AIFI) lancia lo una campagna di sensibilizzazione e prevenzione per informare i cittadini e combattere l’abusivismo, pratica rischiosa e ancora troppo diffusa nel mondo della fisioterapia.

In Italia ci sono 100 mila fisioterapisti abusivi, circa il doppio di quelli abilitati realmente: a rischio i cittadini, che si trovano spesso nelle mani di persone che possono peggiorare le loro condizioni di salute.

Tra i consigli per riconoscere un falso fisioterapista, "verificare che il titolo di laurea sia stato rilasciato dall’Università Italiana e, in caso di titolo estero, che abbia ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Salute; verificare l’iscrizione ad una delle associazioni rappresentative dei fisioterapisti, definite per decreto ministeriale; verificare se, durante la visita fisioterapica, è richiesta la visione della documentazione clinica esistente; chiedere sempre il rilascio della corrispondente ricevuta fiscale, in caso di libero professionista".

Per tutta la settimana, due ore al giorno, sarà attivo il numero verde 800.03.60.77, telefonando al quale si potranno richiedere informazioni o segnalare situazioni sospette; in alternativa è possibile farlo scrivendo all’indirizzo e-mail info@aifi.net.

Comments are closed.