SANITA’. Il Lazio aprirà un reparto dedicato agli adolescenti in emergenza psichiatrica

Nel Lazio ci sarà un reparto ad hoc dedicato agli adolescenti in emergenza psichiatrica. La giunta regionale ha infatti approvato, su proposta del vicepresidente Esterino Montino, il Piano strategico per le emergenze psichiatriche in età evolutiva nel territorio regionale. Il programma, primo nel suo genere in Italia, riguarda in particolare il modello d’intervento per i ricoveri d’urgenza per motivi psichiatrici dei giovani della fascia adolescenziale e preadolescenziale, dai 12 ai 17 anni. Il centro sarà presto individuato in una struttura ospedaliera nell’area metropolitana di Roma dotata di Dea di I o di II livello. L’intero percorso, dalla chiamata al ricovero, sarà predisposto anche attraverso procedure operative condivise con il servizio Ares 118. Attualmente i giovanissimi con diagnosi psichiatrica ricoverati d’urgenza vengono impropriamente inviati alle degenze ordinarie di pediatria o nei reparti per maggiorenni, compresi quelli dei servizi psichiatrici per adulti.

"L’accoglienza dei ragazzi in emergenza per motivi psichiatrici – spiega Esterino Montino – sarà garantita in un reparto di degenza appositamente pensato per loro. Un’equipe medica con personale specializzato nella presa in carico dei minori garantirà l’adeguato approccio con i ragazzi e l’appropriato collegamento con i servizi territoriali dove avviare o proseguire il percorso terapeutico".

Il Piano è frutto dell’attività di un gruppo di lavoro multidisciplinare e interistituzionale che ha analizzato il fenomeno quantificando in un reparto di 8 posti letto la necessità per i ricoveri d’urgenza sul territorio regionale. A tale riguardo il pool di esperti del settore ha messo a punto le linee guida per le modalità di accoglienza, di presa in carico e per la pianificazione dei percorsi di cura dei minori.

Secondo le stime, le situazioni di emergenza psichiatrica incidono per circa l’1% sulla popolazione dai 14 ai 18 anni e per la metà nella fascia fino ai 14 anni, con una concentrazione dei casi maggiore a partire dai 12 anni.

Comments are closed.