SANITA’. Il farmaco Xolair è nuovamente rimborsabile dal SSN

Xolair® (omalizumab), il farmaco biotecnologico sviluppato da Novartis per il trattamento dell’asma allergico non controllato, è nuovamente disponibile per tutti i pazienti. Omalizumab, che ha appena ricevuto il Premio Galeno, il Nobel italiano dei farmaci, come farmaco biotecnologico innovativo dell’anno, torna da oggi ad essere rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale dopo la sospensione temporanea dello scorso luglio.

La Commissione Tecnica Scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco nella seduta del 9 luglio scorso aveva sospeso la rimborsabilità del farmaco dal momento che aveva constatato che il contratto relativo al regime di rimborsabilità per il prodotto era scaduto il 31 maggio 2008 e che tale contratto non poteva essere automaticamente rinnovato. La CTS in quell’occasione si riservava di esaminare i nuovi dati di efficacia e sicurezza forniti dall’azienda NOVARTIS. Dopo i dovuti controlli e soprattutto dopo averne valutato positivamente l’efficacia e il profilo di sicurezza ha riammesso omalizumab alla rimborsabilità.

"Con questa decisione – afferma G. Walter Canonica, Direttore della Clinica Pneumologica dell’Università di Genova – si rende nuovamente disponibile una terapia che rappresenta la più straordinaria novità terapeutica degli ultimi 10 anni contro l’asma allergico grave non controllato: omalizumab, primo farmaco biotecnologico disponibile per l’asma, ci ha dato la possibilità di trattare pazienti non controllati dalle comuni terapie, assicurando loro una qualità di vita che in precedenza non avevano".

Comments are closed.