SANITA’. Lazio, CODICI: ospedali da chiudere, disagi in provincia e nella Capitale

La sanità del Lazio è in una situazione di estrema criticità. Si attende la presentazione del piano di riordino della rete ospedaliera ma le notizie trapelate sulla stampa non sono affatto confortanti: si parla di chiusura di ospedali, specialmente nelle province, e di tagli dei posti letto che andranno non solo ad appesantire il disagio dei cittadini, ma che inevitabilmente caricheranno di lavoro i presidi ospedalieri aperti nella Capitale.

Afferma Valentina Coppola, segretario provinciale CODICI Roma: "La decisione di chiudere gli ospedali di Subiaco, Bracciano, Zagarolo, Monterotondo si ripercuoterà soprattutto su Tor Vergata. Potrebbe accadere, infatti che, per far fronte alle emergenze, buona parte dei cittadini venga dirottata al "vicino" Policlinico". Tor Vergata, in particolare il Pronto Soccorso – prosegue Coppola – è al collasso avendo, già di per sé, un bacino d’utenza estremamente elevato rispetto all’effettiva disponibilità di personale".

CODICI denuncia dunque "ospedali in via di chiusura definitiva, sale operatorie non attrezzate, tagli ai posti letto, aumento dei costi per decine e decine di milioni. La sanità nel Lazio va inesorabilmente alla deriva e il disagio sarà vissuto soprattutto dai cittadini".

Comments are closed.