SANITA’. Lazio, sabato 24 marzo si celebra la Giornata del donatore di sangue

 

Nel 2006 nel Lazio le donazioni di sangue sono cresciute del 9,8% e per l'anno in corso si prevede un ulteriore miglioramento dei dati. Per sensibilizzare i cittadini al tema, sabato 24 marzo si celebrerà la Giornata del donatore di sangue. L'iniziativa, promossa dalla regione, coinvolgerà gli abitanti romani e laziali in una singolare gara "all'ultimo donatore", in programma presso i municipi X e XIX della Capitale.

 

Grazie all'attività delle associazioni volontarie le donazioni nel Lazio hanno fatto registrare incoraggianti segnali di crescita, come testimoniato dai dati di gennaio e febbraio 2007 (+12,2% rispetto al primo bimestre 2006). "Il Lazio non è più la regione fanalino di coda tra quelle italiane – ha dichiarato l'assessore alla Sanità Augusto Battaglia – e per la prima volta nei mesi estivi si è potuto far fronte alle richieste di sangue senza ricorrere all'acquisto di sacche dall'estero"." Il risultato importante – ha proseguito l'assessore – raggiunto grazie alla riorganizzazione dei servizi trasfusionali, al lavoro fatto in sinergia con le associazioni di volontari, al grande sforzo fatto anche nell'ambito dalla comunicazione per trasformare i donatori saltuari in donatori abituali". Numerosi gli eventi organizzati per sabato prossimo nei due municipi di Roma, fra cui il concerto jazz di Sergio Coppetelli presso il teatro Tendastriscie alle ore 21.

Comments are closed.