SANITA’. Le donne italiane sono soddisfatte solo in parte del SSN. Dati dell’Osservatorio O.N.Da

Le donne italiane si rivolgono frequentemente al sistema sanitario nazionale chiedendo alle strutture ospedaliere una molteplicità di servizi: il 93% delle donne fa ricorso personalmente a esami medici tra cui ecografie (66,4%), mammografie (43,1%), radiografie o TAC (40,9%) e risonanze magnetiche (17,7%). Il 69% delle donne, invece, si rivolge al SSN per sottoporre un figlio ad esami diagnostici tra cui radiografie e TAC (71,9%), elettrocardiogrammi (60,4%), ecografie (58,8%) e risonanze magnetiche (20,3%).

Sono i dati di una ricerca di O.N.Da Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, promossa da Philips per conoscere il grado di soddisfazione delle donne italiane rispetto ai servizi offerti dal SSN.

La ricerca ha evidenziato che lo stato di soddisfazione è ancora parziale e che c’è un ampio spazio di miglioramento: molte donne lamentano un generale disagio nel corso di controlli con apparecchi e macchinari e questo dato si accentua se sono coinvolti i loro bambini.

"Essere al fianco dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna – ha spiegato Sergio Tonfi, Corporate Communication Manager di Philips Italia – promuovendo una ricerca su come le donne valutano il SSN, consente a Philips di ribadire il suo profondo impegno per un’evoluzione positiva del sistema Healthcare. Il nostro sforzo è proprio quello di mettere sempre gli interessi dei pazienti e del personale medico al centro di tutto ciò che si fa. Solo così si costruirà un sistema migliore ed il progresso toccherà davvero la salute ed il benessere di tutti".

Comments are closed.