SANITA’. Liste d’attesa, siglato accordo Governo-Regioni. Il commento di Cittadinanzattiva

Siglato oggi l’accordo tra le Regioni e Governo sulle liste di attesa. Soddisfatta Cittadinanzattiva che precisa: "Le liste di attesa che per i cittadini rappresentano il principale problema in ambito sanitario. L’associazione condivide l’idea di finanziare la realizzazione e riorganizzazione dei Cup (Centro Unificato di Prenotazione), che rappresentano il primo snodo per la gestione dei tempi di attesa".

In particolare, l’azienda prevede risorse vincolate per ogni Regione per la realizzazione dei centri unici di prenotazione (Cup). Gli enti locali dovranno inoltre, entro 3 mesi dall’adozione del piano nazionale sul tema, trasmettere al comitato permanente per la verifica dei livelli essenziali di assistenza un piano attuativo.

Due cose però mancano ancora in questo accordo secondo Cittadinanzattiva. "Innanzitutto – afferma Teresa Petrangolini, segretario generale dell’associazione – le risorse economiche, ulteriori rispetto a quelle vincolate per i Cup, a disposizione delle Regioni per raggiungere gli obiettivi e in secondo luogo la questione dell’intramoenia".

L’associazione chiede al prossimo governo di intervenire sull’intramoenia, facendo in modo che essa sia impedita all’interno dei presidi sanitari nei quali si registrano lunghe liste di attesa, come si sta per sperimentare, anche dietro nostra richiesta, in Friuli Venezia Giulia. Tra le richiesta anche la cancellazione della decisione recente di prolungare l’esercizio dell’intramoenia all’interno degli studi privati, perchè così facendo non si migliora la situazione e si privano i cittadini della presenza costante dei medici all’interno delle strutture nelle quali operano abitualmente.

Comments are closed.