SANITA’. Nel Lazio presidi ad hoc per cura sensibilita’ chimica multipla, Liguria approva mozione

”Le strutture sanitarie del Lazio saranno dotate finalmente di presidi per la cura e la diagnosi della Sensibilita’ chimica multipla che, con uno specifico emendamento alla legge di Bilancio, proposto dal Prc, recepito dalla maggioranza della Commissione Sanita’ e approvato dal Consiglio, e’ stata riconosciuta dalla Regione Lazio quale patologia rara”. Lo annunciano i consiglieri regionali di Rifondazione comunista Ivano Peduzzi (capogruppo) e Anna Pizzo (componente della commissione Sanita’), secondo cui si tratta di ”un importantissimo risultato per migliaia di cittadini che sono affetti da questa grave malattia invalidante”.

”La Sensibilita’ chimica multipla – spiegano Peduzzi e Pizzo – e’ una patologia cronica che tocca il sistema nervoso, immunitario, respiratorio e muscolo-scheletrico e che e’ causata dall’esposizione a sostanze chimiche, molte delle quali tossiche, presenti nell’ambiente e in diversi prodotti di largo consumo”.

Intanto la regione Liguria ha approvato la mozione a favore dei malati di MCS (Sensibilità Chimica Multipla), malattia ancora non riconosciuta, invece, dall’Istituto Superiore di Sanità in Italia. Il Movimento Difesa del Cittadino di Genova esprime soddisfazione e attraverso il responsabile della sede locale Vittorio Bigliazzi ha affermato: "I consiglieri di questi enti locali si sono dimostrati solidali con questi malati e devo ringraziare in modo particolare i rappresentanti di Rifondazione che si sono presi in prima persona l’onere di portare avanti la nostra richiesta di far approvare le mozioni. Grazie di cuore a nome di questi malati con cui siamo in rapporto da alcuni anni. I consiglieri regionali in questa mozione chiedono alla Giunta regionale un osservatorio per verificare e monitorare la diffusione della MCS in Liguria allestendo anche una Unità ambientale controllata per il trattamento dei malati.

MDC Genova ha ulteriormente formalizzato le seguenti richieste nei colloqui con i collaboratori dell’assessore regionale della Salute Claudio Montaldo, presentando le seguenti richieste:

  • una indagine presso i medici di famiglia per conoscere quante potrebbero essere le persone affette da questa sindrome;
  • attrezzare un ambulatorio idoneo per questi malati ogni provincia con un Pronto Soccorso decontaminato ;
  • richiesta di rimborso per eventuali cure all’estero non essendovi in Italia Centri adeguati ;
  • possibilità di effettuare uno stage all’estero ai medici incaricati di effettuare diagnosi e terapie per MCS.

L’associazione segnala come evento l’8° Congresso Internazionale teorico pratico di Nutrizione Olistica, che si terrà Sabato 13 maggio 2006 presso: L’HOTEL PIETRA DI LUNA a Maiori (SA) – Costiera Amalfitana – Lungomare G. Capone, 27.
Per informazioni visitare il sito www.ehcd.com

 

 

 

Comments are closed.