SANITA’. Ospedali, Ministro Turco incontra Assessori regionali

Provvedimenti immediati per rimuovere situazioni degrado in ospedali, adozione in tutta Italia del "Progetto nazionale cure sicure" per contrastare le infezioni ospedaliere, stretta di vite su rispetto condizioni igieniche e divieto fumo in ospedali. Questi gli argomenti al centro dell’incontro di oggi tra il Ministro della Salute Livia Turco e gli Assessori regionali alla Sanità.

In particolare, Ministro e Assessori hanno convenuto di effettuare un esame dettagliato dei dati risultanti dalle ispezioni svolte in questi giorni dai Nas in diversi ospedali italiani, al fine di definire specifici e immediati provvedimenti.

Valutazioni positive sono state inoltre espresse verso il "Progetto nazionale cure sicure" di prevenzione e lotta alle infezioni ospedaliere, operativo dal 10 ottobre scorso in 14 Regioni, stabilendone la prossima rapida adozione da parte di tutte le Regioni con l’obiettivo di una riduzione significativa dell’incidenza delle infezioni ospedaliere in rapporto ai ricoveri.

In particolare, il programma prevede: di sviluppare un sistema di segnalazione rapida di eventi sentinella ed epidemie; di sviluppare sistemi di monitoraggio delle infezioni associate alle diverse forme di assistenza sanitaria e socio-sanitaria residenziale e domiciliare e costruire un quadro epidemiologico delle infezioni associate all’assistenza sanitaria a livello nazionale; di definire specifici requisiti per l’autorizzazione e l’accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, relativi alla prevenzione e al controllo delle infezioni; di promuovere l’adesione di pratiche assistenziali basate su valide e convalidate conoscenze scientifiche ("evidence-based") attraverso: a) la diffusione di Linee Guida; b) la definizione di programmi formativi per il personale addetto al controllo delle infezioni associate all’assistenza sanitaria e socio-sanitaria; di realizzare programmi di comunicazione e gestione del rischio relativamente alle infezioni in strutture sanitarie e socio-sanitarie e nei programmi di assistenza domiciliare.

Ministro e Assessori hanno infine deciso sull’esigenza di rafforzare i processi di responsabilizzazione per la verifica delle condizioni igieniche in tutte le strutture sanitarie, a partire da quelle che presentano situazioni di degrado, e per il controllo delle norme antifumo con l’applicazione delle relative sanzioni.

Comments are closed.