SANITA’. Prestazioni sanitarie, Cittadinanzattiva: “Regioni non comunicano tempi attesa”

E’ un quadro sconfortante quello che emerge dal monitoraggio condotto da Cittadinanzattiva-Tribunale per I diritti del malato sui siti delle Regioni italiane, alla ricerca di informazioni sui tempi di attesa per le prestazioni sanitarie. Solo Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana presentano informazioni sufficienti.

Questo sconforto risulta rafforzato dall’esistenza di una norma che parla di "regole a tutela dell’equità e della trasparenza" e asserisce inoltre che "il piano regionale promuove l’informazione e la comunicazione sulle liste d’attesa che rappresentano un diritto fondamentale del cittadino".

"La normativa è stata predisposta per far sì che i cittadini ne avessero chiara conoscenza, così come potessero essere messi in grado di chiedere la prestazione in regime di intramoenia pagando solo il ticket, nel caso in cui I tempi di attesa massimi superassero il tetto prefissato di 30 o 60 giorni. Purtroppo, l’informazione è accessibile solo in pochissimi casi, mentre nella maggioranza dei siti ci si perde in una eccessiva verbosità, con il rischio di "siancare" il navigatore. Inoltre, anche quando la normativa è rispettata, ci si trincera troppo spesso nel "burocratese", rendendo cos’ di fatto l’informazione poco accessibile".

Riportiamo di seguito il quadro delle informazioni accessibili, Regione per Regione
1. Valle d’Aosta E’ possibile verificare il tempo di attesa per l’erogazione della prestazione, ma nulla si dice rispetto ai tempi massimi fissati a livello regionale. Parla dei codici di priorità che possono essere apposti dal medico di famiglia per certificare l’urgenza.
2. Piemonte. Si parla di Centro unico di prenotazione; illustra le classi di priorità. E’ presente un elenco con I tempi massimi di attesa per le prestazioni interessate.
3. Liguria. Permette di visionare solo I tempi di attesa minimi degli esami e delle visite mediche. Spiega che nelle singole aziende è possibile verificare I tempi di attesa, ma la pagina non si apre. Inoltre, I tempi di attesa pubblicati fanno riferimento alla sola area metropolitana di Genova.
4. Lombardia. Permette al cittadino di verificare I tempi di attesa e parla dei tempi massimi. Aggiornato al 2004.
5. Veneto. Presenti tempi di attesa, ma aggiornati al 2004
6. Provincia autonoma di Trento. E’ possibile prenotare anche tramite il Centro unico di prenotazione on line. Ma non sono presenti I tempi di attesa..
7. Provincia autonoma di Bolzano. Sono presenti tempi massimi di attesa; gestione per codici di priorità.
8. Friuli Venezia Giulia. È presente il progetto liste d’attesa 2005 e il monitoraggio sui tempi di attesa.
9. Emilia Romagna. Parla dei tempi massimi di attesa e del Cup, ma è difficile navigare per trovarli; interessante la descrizione del ruolo dei MMG.
10. Toscana. Presente un volantino sui tempi di attesa e diritti e doveri di un cittadino. Si parla chiaramente del diritto ad un "risarcimento" in caso di mancato rispetto dei tempi massimi.
11. Abruzzo. Presente il Cup; si parla dei tempi di attesa
12. Marche. Le ultime informazioni sui tempi massimi di attesa risalgono al 2004; usa criteri di prenotazione per codici di priorità.
13. Umbria. E’ presente la delibera regionale sul piano di contenimento dei tempi di attesa, ma non è di facile comprensione..
14. Lazio. Presenti I tempi massimi di attesa.
15. Molise. Non sono presenti informazioni sui tempi di attesa. Il sito è tra quelli peggio organizzati.
16. Campania. Non sono presenti I tempi di attesa, l’ unica informazione è un comunicato in cui si dice che è stato approvato il piano di contenimento regionale.
17. Puglia. Parla della creazione di un Cup. Fissati I tempi massimi, presenti però nel piano di contenimento; l’informazione non è quindi di immediata comprensione.
18. Basilicata. Tempi di attesa non pubblicati, né mensionati. Unico accenno liste attesa: possibilità di prenotare tramite CUP
19. Calabria. Nessuna notizia sul tema
20. Sicilia. Non sono presenti informazioni sul sito istituzionale della regione. Trovato piano di contenimento regionale sul sito della gazzetta ufficiale regionale.
21. Sardegna. Presente piano di contenimento ed elenco dei tempi

Comments are closed.