SANITA’. RSA, Consiglio di Stato: Comuni non possono chiedere contributo alle famiglie

"La sentenza del Consiglio di Stato che nega ai Comuni la possibilità di chiedere il contributo ai familiari per il pagamento della retta presso le Residenze sanitarie assistite dà ragione alle nostre valutazioni e alle nostre Richieste". Questo il commento dell’Associazione per la Difesa dei Diritti delle Persone non Autosufficienti (A.DI.N.A) che spiega: "Da decenni anche il Regolamento del Comune di Firenze viola questo elementare diritto, sancito dalle Leggi nazionali, e pretende che i familiari partecipino alle spese di ricovero dei familiari non autosufficienti".

Riferendosi all’Assessore alle politiche sociosanitarie e presidente della Società della Salute di Firenze, Stefania Saccardi, l’Associazione aggiuge: "Dimentica, l’Assessore, che l’Amministrazione comunale da anni avrebbe potuto mettersi in regola e rispettare le leggi e quella oggi sarebbe una spesa consolidata. Dimentica, l’assessore, che è compito dello Stato, e per delega dei Comuni, in base all’art. 38 della Costituzione provvedere a queste necessità".

"Avremmo voluto che l’Assessore finalmente riconoscesse il diritto dei non autosufficienti e delle loro famiglie piuttosto che cercare di giustificare l’azione dell’Amministrazione e ridurre tutto a una questione contabile: forse si sarebbe conquistata la stima dei cittadini attenti e questo le avrebbe dato forza per sostenere la loro causa e la necessità delle politiche sociali davanti al Governo" conclude l’Associazione.

 

Comments are closed.