SANITA’. Regione Lazio: 1,6 mln di euro per assistere i malati di Alzheimer

I dati dell’ultimo Rapporto sui servizi sociali del Lazio rilevano che gli anziani, insieme alle famiglie, ai minori e ai giovani disagiati, rappresentano quasi il 90% dell’utenza dei servizi sociali nel Lazio. E la percentuale di utenti anziani tenderà ad aumentare. Questo il quadro di sfondo di una sanità che conta nel Lazio circa 70 mila malati di Alzheimer. Per loro e per le loro famiglie la giunta della Regione Lazio ha approvato, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali e delle Sicurezze Luigina Di Liegro, una delibera che stanzia 1,6 milioni di euro per il finanziamento di progetti innovativi finalizzati al miglioramento della qualità di vita dei portatori del morbo di Alzheimer e delle famiglie che li assistono in casa.

"È il secondo anno – ha detto l’assessore Di Liegro – che finanziamo 4 progetti per il sostegno ai malati di Alzheimer e alle famiglie che se ne prendono cura. Tutti gli interventi sono realizzati da Associazioni di volontariato (Auser Lazio, Casa Aima Onlus. Alzheimer Roma Onlus, Atama Anagni Onlus), perché crediamo fermamente nell’importante supporto che i volontari danno in questi programmi di assistenza". L’obiettivo dei progetti, ha aggiunto, "è quello di garantire una maggiore integrazione socio-sanitaria tra Asl, enti locali e associazioni di volontariato, per superare la prevalenza della sanitarizzazione rispetto all’assistenza domiciliare e fornire servizi socio-assistenziali più attenti ai bisogni degli anziani, favorendo il mantenimento ed il recupero dei livelli di autonomia dei malati e il sostegno alla famiglie che si fanno carico dell’assistenza".

Comments are closed.