SANITA’. Regione Toscana: “Asl vigileranno su vendita farmaci nei supermercati”

La vigilanza delle Aziende Sanitarie Locali sulla commercializzazione dei medicinali riguarderà anche gli esercizi commerciali. Lo ha deciso una delibera della giunta toscana, ai fini della corretta applicazione del Decreto Bersani. "Vogliamo garantire al cittadino – ha dichiarato l’assessore per il diritto alla salute Enrico Rossi – il massimo livello di sicurezza sia che l’acquisto venga fatto in farmacia sia che avvenga al supermercato. Il farmaco non è un prodotto come gli altri e metterlo a disposizione correttamente costituisce un servizio essenziale all’interno della tutela del diritto alla salute. E’ giusto che, a prescindere da chi lo vende, l’acquirente sia completamente tutelato".

Le Asl toscane verificheranno, nei reparti destinati alla vendita dei farmaci, la corretta conservazione dei prodotti, la scadenza, il controllo sull’osservanza delle norme relative al divieto di vendita e utilizzazione dei medicinali stessi. Nel caso siano rilevate inosservanze alla legge, le Asl potranno poi adottare i provvedimenti previsti dalla normativa nazionale e regionale. Nei corner dei supermercati, come noto, è prevista la presenza di un farmacista per orientare ed informare i clienti. Il professionista avrà il compito di segnalare alla Regione tutte le reazioni avverse al consumo dei farmaci, gravi o inattese, di cui venga a conoscenza nell’ambito della propria attività.

Comments are closed.