SANITA’. Riforma farmacie, MNLF: legge mira a ridimensionamento parafarmacie

Il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti replica alla dichiarazione del presidente della commissione Sanità di palazzo Madama, Antonio Tomassini, che a margine di un convegno ha dichiarato, parlando del ddl di riforma del sistema farmaceutico: "Quanto alle parafarmacie nella mia legge il capitolo é ben tracciato, possono essere inserititi degli elementi che però non siano di sopraffazione e senza forzare la mano".

Secondo il MNLF il "progetto è finalizzato unicamente a ridimensionare il ruolo delle parafarmacie e quindi delle liberalizzazioni". Sarà una delle peggiori leggi del settore – afferma il Presidente del MNLF Vincenzo Devito – non solo perché metterà la parola fine all’esperienza delle parafarmacie impedendone sviluppi per l’occupazione e gli investimenti, ma non porterà che poche decine di nuove farmacie, rafforzando, di fatto, il monopolio dei titolari di farmacia in Italia.Mentre il Paese soffre una delle più gravi crisi economiche della sua storia continuano a prevalere gli interessi corporativi. dimostrando una insensibilità agli interessi generali. La legge in discussione è il frutto delle pressioni di Federfarma con il complice silenzio della FOFI che invece di tutelare tutti i farmacisti italiani continua a sostenere quelli economicamente più forti. Riprova ne è che il relatore del ddl è allo stesso tempo V. Presidente della FOFI (D’Ambrosio Lettieri)L’approvazione non sarà facile, il MNLF farà di tutto perché questo disegno di legge corporativo non veda mai la luce.

Comments are closed.