SANITA’. Sardegna, inaugurato Hospice per l’assistenza ai malati oncologici

E’ stata inagurata ieri mattina a Cagliari la prima struttura oncologica extraospedaliera della Sardegna. L’Hospice, dotato di 18 posti letto, assicurerà il ricovero e l’assistenza di circa 200 pazienti l’anno. Funzione primaria del progetto completare l’offerta assistenziale dei malati terminali grazie alla collaborazione fra professionisti di medicina generale e familiari dei degenti.

La struttura destinata all’assistenza di pazienti in fase terminale (soprattutto malati di tumore), ed dotata di camere con un posto letto per il familiare, in modo da rendere il ricovero pi accogliente e meno traumatico per il degente. Naturalmente l’assistenza a domicilio continuerà ad essere la scelta privilegiata per le cure palliative, mentre il ricovero in Hospice verr riservato a situazioni richiedenti particolari condizioni assistenziali. Multidisciplinare l’equipe medica presente nella struttura: 2 medici, 18 infermieri, 1 psicologo, 2 fisioterapisti e 5 operatori sociosanitari. L’equipe di cura comprende anche l’ausilio della famiglia, secondo le possibilità e le modalità ritenute più consone.

Per la realizzazione dell’opera la regione ha investito pi di 2 milioni e 600mila euro, di cui circa 2 milioni con finanziamento regionale e oltre 400mila euro con finanziamento della ASL 8. L’Hospice costituito da un piano terra destinato in parte alle aree comuni di socializzazione e di svago (cucina, soggiorno, aree di lettura) e in parte all’assistenza (ambulatori e studi medici), e da un primo e secondo piano dove si trovano le stanze di degenza tutte singole, con posto letto anche per un familiare e con servizi igienici. La struttura circondata da un giardino. In occasione dell’inaugurazione la struttura extraospedaliera ospita per 30 giorni una Mostra, aperta a tutti, di opere di tre artisti sardi, Antonino Pirelles, Alberto Spina e Lorenzo Stea, allestita grazie al contributo dello Studio d’Arte di Maria Bruna Murgia.

Comments are closed.