SANITA’. Sciopero dei medici di famiglia, Cittadinanzattiva chiede la revoca

Sciopereranno per tre giorni a partire da domani i medici di medicina generale per l’apertura delle trattative per il rinnovo della convenzione nazionale. Cittadinanzattiva chiede la revoca dello sciopero perché non è opportuno coinvolgere i cittadini. "Domani – spiega Francesca Moccia del Tribunale dei Diritti del malato – i cittadini dovranno intasare i Pronto soccorso, ricorrere a visite private o, in alternativa, smettere di curarsi?"

Sarebbe meglio – conclude la nota – prevedere modalità alternative di sciopero che non causino disagi ai cittadini sui quali non deve ricadere il mancato aumento delle buste paga dei medici.

Comments are closed.