SANITA’. Solo i farmacisti possono essere titolari di una farmacia. Lo dice l’avvocato generale Ue

Essere titolari e gestire una farmacia sono condizioni riservate ai soli farmacisti. Sono queste le conclusioni diffuse oggi dall’avvocato generale della Corte di Giustizia Ue Yves Bot. Secondo l’avvocato, dunque, la normativa italiana e quella tedesca che prevedono tale regola sono giustificate dall’obiettivo di garantire un rifornimento adeguato di farmaci alla popolazione.

Sebbene l’avvocato abbia constatato che le disposizioni nazionali impediscano ai cittadini degli Stati membri che non sono farmacisti di possedere e di gestire una farmacia in Italia e in Germania e sono, quindi, delle restrizione alla libertà di stabilimento, sono giustificate dall’obiettivo di tutela della sanità pubblica. A suo avviso, il divieto imposto ai non farmacisti di possedere e gestire una farmacia è atto a conseguire tale obiettivo poiché esso è tale da garantire un rifornimento di farmaci alla popolazione che offre garanzie sufficienti in materia di qualità e di varietà.

L’avvocato generale sottolinea l’importanza di garantire la neutralità della consulenza farmaceutica, vale a dire una consulenza competente e oggettiva. A suo avviso, la qualità dell’atto di distribuzione dei farmaci è strettamente collegata all’indipendenza di cui deve dar prova un farmacista nell’esercizio della sua missione. Decidendo di riservare la proprietà e l’esercizio delle farmacie ai soli farmacisti, i legislatori italiano e tedesco hanno voluto in tal modo garantire l’indipendenza delle farmacie, rendendone la struttura economica impermeabile alle influenze esterne provenienti, per esempio, dai produttori di medicinali o dai grossisti.

L’opinione dell’avvocato generale non vincola la Corte. Il compito dell’avvocato generale consiste nel proporre alla Corte, in piena indipendenza, una soluzione giuridica nella causa per la quale è stato designato. I giudici della Corte di giustizia cominciano adesso a deliberare in questa causa. La sentenza sarà pronunciata in una data successiva.

Comments are closed.