SANITA’. Successo della campagna per il trentennale del SSN

Si è conclusa alla fine di ottobre la campagna di comunicazione "Pane, amore e sanità" promossa dal Ministero della Salute per veicolare un messaggio di ottimismo e fiducia nel Servizio sanitario nazionale anche in occasione del prossimo trentennale dell’istituzione del SSN. L’obiettivo, stando a quanto rileva l’indagine della SWG, condotta su un campione di 1400 soggetti, è stato raggiunto con successo dal momento che maggioranza delle persone esposte alla campagna ha colto l’invito del Ministero ad una riflessione positiva sul sistema della sanità italiana.

Il 64% del campione intervistato, infatti, ha recepito l’accezione positiva del messaggio proposto e il 72% ha associato l’immagine utilizzata dalla campagna al Servizio sanitario nazionale. La campagna, in sé, è stata largamente gradita per l’impostazione originale, per la grafica e per quanto sollecitava visivamente, come attestato dai voti favorevoli del 52% del campione intervistato: di questi il 63% ha apprezzato la capacità di attirare l’attenzione e l’allegria, il 59% l’impatto grafico e il 58% l’originalità e la gradevolezza.

Una buona accoglienza, quindi, dell’iniziativa e, soprattutto, un’accettazione ampia di un nuovo modo di porsi dell’istituzione. La campagna ha trasmesso un messaggio di ottimismo per il 53% degli intervistati e un’ immagine positiva della sanità per il 50%.

E’ stata apprezzata, inoltre, dalla maggioranza, la modalità di approccio e lo slogan con un giudizio positivo del 54% del campione: le singole voci testate hanno fatto emergere un 70% che condivide lo slogan perché è facile da ricordare, il 56% perché è simpatico e il 49% perché è rassicurante, il 43% per la sua chiarezza.

Il ricordo della campagna, tra quanti sono stati esposti, è stato elevato (40%) ed è risultato superiore alla media di iniziative simili di comunicazione. Del citato 40% ricorda spontaneamente la campagna il 15,8%, risultato di rilievo che rende ancora più solidi i giudizi espressi. L’impatto della campagna è stato, pertanto, ampio producendo un buon rapporto costo/contatto (costo totale della campagna 1,5 milioni di euro con un costo/contatto pari a circa 7 centesimi a contatto, inferiore del 25% rispetto a campagne similari).

L’indagine, inoltre, attraverso il giudizio delle persone che non hanno gradito la campagna, ha offerto preziosi spunti di riflessione per migliorare sempre di più la comunicazione rivolta ai cittadini. La ricerca ha evidenziato, infatti, che le persone hanno la necessità di avere un rapporto aperto soprattutto con le istituzioni che hanno forti implicazioni con la loro vita.

Complessivamente, infatti, il 70% degli intervistati ha dichiarato di apprezzare l’utilizzazione e la promozione di campagne pubblicitarie da parte delle istituzioni considerandole strumenti positivi per veicolare messaggi rivolti ai cittadini.

Comments are closed.