SANITA’. Umbria, nuovo piano regionale per migliorare liste d’attesa

Monitoraggio delle liste d’attesa per le prestazioni sanitarie e progetto di contenimento dei tempi basato su tipologia della domanda e su razionalizzazione dell’offerta. Questo ed altro prevede il nuovo piano regionale umbro per sviluppare la sanità pubblica locale. Nel Piano sono indicati i tempi massimi che le Asl dovranno rispettare per un primo gruppo di prestazioni ambulatoriali, a cui si aggiungeranno, con ulteriore provvedimento, anche quelle ospedaliere.

"Le prestazioni sanitarie – ha dichiarato l’assessore regionale alla sanità Maurizio Rosi – per essere appropriate devono essere erogate in tempi utili a migliorare il decorso della malattia e per essere eque debbono garantire a coloro che ne hanno più urgenza". La risoluzione del problema nazionale delle lunghe attese prevede, in base alla Finanziaria 2006, l’obbligo per le regioni di predisporre appositi piani regionali. "Oggi – aggiunge l’assessore Rosi – le prestazioni urgenti hanno una corsia preferenziale e vengono erogate di norma entro 24 h, ma occorre fare di più. Per questo nel Documento umbro sul contenimento dei tempi d’attesa ci sono indicazioni operative per i nuovi Direttori generali chiamati a dare prova delle proprie capacità manageriali anche in questa materia".

I Piani delle Asl dovranno tenere conto anche della qualificazione della domanda di prestazioni specialistiche, in base a criteri di priorità d’accesso. Il livello di rischio potenziale sarà fondamentale per stabilire i tempi d’attesa delle prestazioni. Verranno inoltre riorganizzate le prenotazioni con un’apposita rete telematica dei centri di prenotazioni di tute le Aziende, in modo da garantire la prenotazione entro tempi massimi fissati dal Piano regionale. Nel caso la prestazione non sia erogabile in tempi ragionevoli, sarà possibile prenotare la stessa in altre Asl regionali o in strutture private convenzionate, avendo poi diritto al rimborso da parte della propria Asl di residenza della quota pari al ticket prevista per la prestazione richiesta. Ai cittadini, infine, sarà destinata la massima informazione e comunicazione su procedure e dati per la gestione delle liste d’attesa.

Comments are closed.