SANITA’. Verona, nasce osservatorio su responsabilità medici: aumentano denunce errori medici

In dieci anni, le denunce di errori medici sono aumentate del 184%, passando da 3.150 nel ’94 a 7.800 nel 2002; quelle a carico di Aziende sanitarie locali e ospedali hanno invece segnato un aumento piu’ moderato, ma che si aggira comunque intorno al 31%, essendo passate dalle 5.100 del ’94 alle 6.700 del 2002. Inoltre, secondo l’ultimo sondaggio sugli errori medici dell’Eurobarometro, l’Istituto di Statistica dell’Unione Europea, quasi quattro cittadini su cinque mostrano scarsa fiducia nei confronti dei medici e delle strutture sanitarie. I dati sono emersi in occasione del convegno ‘La responsabilita’ professionale del medicò, promosso dall’Ospedale ‘Sacro Cuore-Don Calabria’, conclusosi ieri a Verona. L’incontro ha anche sancito l’avvio di un Osservatorio sulla responsabilità del medico – che avrà come compito principale quello di elaborare una proposta di legge per tutelare contestualmente gli interessi del medico, del paziente, della struttura sanitaria, del personale paramedico e del mondo assicurativo – che sarà istituito a breve in Italia.

Altri compiti dell’Osservatorio, ha detto Natale Callipari, coordinatore scientifico del Convegno, saranno quelli di "monitorare le problematiche che determinano l’insorgenza dei casi di responsabilità sanitaria, oltre che promuovere studi e ricerche comparative sulla giurisprudenza degli altri Paesi". "Secondo le stime di alcune compagnie assicurative – ha detto ancora Callipari – in Italia ogni anno su otto milioni di ricoveri in strutture pubbliche circa 320 mila pazienti (il 4%) denunciano danni, dei quali un quarto dovuti a colpa professionale accertata, e le richieste di risarcimento sono circa 150 mila, di cui 12 mila pendenti davanti ai giudici".

Comments are closed.