SCUOLA. Diritto allo studio, Regione Basilicata presenta Piano

E’ stato pubblicato lo scorso 2 agosto sul n.42 del Bollettino ufficiale della Regione Basilicata il "Piano regionale per il diritto allo studio e dell’offerta formativa integrata 2006/2007". "Le istituzioni scolastiche – ha commentato Carlo Chiurazzi, assessore regionale alla Formazione, Lavoro, Cultura e Sport – potranno accedere a contributi regionali per ampliare l’offerta formativa sul territorio, in varie direzioni: da percorsi di apprendimento finalizzati alla conoscenza del contesto produttivo locale e del patrimonio culturale regionale alle azioni per prevenire la dispersione scolastica, a progetti di educazione permanente per gli adulti fino a corsi di alfabetizzazione per immigrati".

I progetti – continua l’assessore – devono essere presentati entro il 30 settembre ai rispettivi Comuni che dovranno compierne una valutazione di coerenza con gli obiettivi del Piano e trasmetterli all’Ufficio Sistema Scolastico della Regione per l’assegnazione del contributo.

Più in generale, il Piano delinea le strategie di politica scolastica regionale articolandole nei seguenti obiettivi e priorità: il miglioramento dei servizi, con il sostegno ai consorzi intercomunali per l’organizzazione del trasporto, della mensa e dell’assistenza scolastica; una nuova programmazione dell’offerta formativa integrata e della rete scolastica, sulla base dei piani provinciali; l’attivazione del Comitato regionale per l’Educazione degli adulti e il sostegno ai Centri Eda; il rilancio dei corsi Ifts, anche sotto forma di poli di eccellenza e valorizzandone la funzionalità ai mercati del lavoro locali; il sostegno ai Comuni per le attività programmate dalle scuole autonome; l’accoglienza e l’integrazione dei diversamente abili e degli immigrati mediante progetti educativi.

Il Piano si articola nei seguenti capitoli di intervento e di spesa: 2 milioni e 300mila euro per il sostegno ai servizi di accesso allo studio, tramite i Comuni; 356mila euro per i contributi ai Comuni limitatamente ai servizi di trasporto e mensa dei centri rurali di raccolta e per altri programmi di particolare rilievo; 384.300 euro per i contributi regionali a istituti e enti gestori dei collegi scuola, agli Istituti assistenziali e agli Istituti professionali di Stato per le spese di convitto; 2.259.000 euro per i contributi ai comuni per la fornitura gratuita dei libri di testo; 3.252.184 euro per l’assegnazione di borse di studio a sostegno delle spese scolastiche delle famiglie con reddito Isee non superiore a 11.305,72 Euro; 200mila euro per il sostegno all’offerta formativa delle scuole e dei Centri territoriali Permanenti per l’educazione degli adulti. Per i corsi Ifts si dispone già di oltre 500mila euro di fonte ministeriale, a cui si aggiungeranno fondi regionali in fase di reperimento. Il Piano interviene su di una popolazione scolastica che per l’anno scolastico venturo 2006/2007, conta 95.474 iscritti con un lieve decremento rispetto all’anno scolastico 2005/2006 (-1,40%). La maggiore flessione di iscritti si registra nelle scuole medie (-6,53%), mentre si riscontra un incremento di iscritti nelle scuole superiori (+1,25%).

Comments are closed.