SCUOLA. Indagine Uil su asili nido e materne: quest’anno si spenderanno 327 euro al mese

Una famiglia con due figli piccoli, che frequentano rispettivamente l’asilo nido e una scuola dell’infanzia, quest’anno spenderà 327 euro mensili (3270 euro per tutto l’anno scolastico). Un asilo nido comunale, infatti, costa di media 256 euro al mese, e le rette per le mense delle scuole materne o elementari raggiungono i 71 euro mensili. E’ quanto emerge dalla VI Indagine sui costi della scuola per l’infanzia, elaborata dalla Uil, per 21 città capoluogo di Regione. I costi variano ovviamente da città a città e in base ai servizi offerti.

Bolzano registra il picco, con 480 euro mensili, a Genova si spendono 453 euro, a Firenze 419. Meno cari gli asili del Sud: a Bari le spese mensili sono di 258 euro, a Napoli 150 e la meno cara è Catanzaro, con 138 euro al mese. Il Segretario Confederale della Uil, Guglielmo Loy, oltre a denunciare il caro tariffe, sottolinea un altro problema: l’accesso agli asili nido che in Italia è molto lontano dallo standard europeo del 33% dei bambini.

"C’è bisogno quindi – commenta Loy – oltre ad un forte contenimento delle rette, di soddisfare le richieste delle tante famiglie di poter usufruire dei servizi delle scuole dell’infanzia, che devono essere considerati non più come un servizio, bensì come un "diritto dei cittadini" sia grandi che piccini. Siamo consapevoli che c’è, anche, un problema di quantità e qualità del servizio e che, quindi, le classifiche dei Comuni potranno apparire incomplete ma la nostra intenzione è quella di porre alle istituzioni, locali e nazionali, un tema: il reddito dei lavoratori dipendenti e la possibilità di garantire, anche, l’accesso ad un servizio essenziale come la scuola dell’infanzia pubblica".

Comments are closed.