SCUOLA. Lazio, 50mila euro alle scuole che educano al consumo consapevole

L’Assessorato alla Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa, di concerto con l’Assessorato all’Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione ha bandito un Concorso di idee sull’ "Educazione al Consumo" per le scuole secondarie, di primo e secondo grado. La Regione Lazio ha stanziato un premio di 50.000,00 euro per la produzione di elaborati grafici o letterari o multimediali su uno dei seguenti temi:
1. consumo consapevole e responsabile;
2. azioni per il contenimento del costo della vita;
3. promozione e diffusione della cultura della sicurezza;
4. educazione per corretti comportamenti e stili di vita, dal campo della salute a quello sociale, da quello civile a quello della solidarietà;
5. autotutela dalla pubblicità ingannevole e dalla pericolosità di alcuni prodotti (integratori per l’attività sportiva, fitness e bellezza…).

Per ognuno dei temi – si legge dalla nota – è previsto un premio di 10.000,00 euro per ogni provincia che sarà ripartito fra gli istituti scolastici vincitori, da utilizzarsi per l’economia scolastica e destinato all’acquisto di attrezzature di informatica per i laboratori multimediali per la scuola di appartenenza. Inoltre, saranno premiati gli alunni in occasione dell’autorevole manifestazione a livello europeo sul "consumerismo", programmata per marzo-aprile 2007.

"Questo concorso – ha dichiarato l’assessore Michelangeli – ha lo scopo di formare i cittadini e, in particolare, i docenti e gli studenti all’ "educazione al consumo", al fine di migliorare la qualità della vita ed acquisire il concetto di "autotutela" del consumatore. Allo stesso tempo si prefigge anche di garantire una sempre più stretta integrazione fra mondo della scuola e i giovani".

Il testo integrale del bando è reperibile sul sito www.regione.lazio.it. Il termine per la presentazione dei lavori 7 dicembre 2006.

 

 

Comments are closed.