SCUOLA. Libri di testo, Adiconsum invita a segnalare violazioni della normativa

Lo sportello Scuola di Adiconsum è pronto ad accogliere i ricorsi dei genitori contro lo sforamento del tetto di spesa previsto per l’acquisto dei libri scolastici. Con il D.M. 41 dell’8 aprile u.s., il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha stabilito le caratteristiche tecniche dei libri di testo nella versione a stampa, le caratteristiche tecnologiche di quelli in formato on line e misto, i tetti di spesa sia dei libri stampati che elettronici (e-book).

Per l’adozione dei libri di testo le scuole dovranno rispettare i seguenti vincoli:
-nessun cambio dei libri per 5 anni nella scuola primaria e sei nella scuola secondaria di I e II grado;
-nessuna variazione del contenuto dei libri di testo cartacei per cinque anni, fatta eccezione la trasformazione del libro da versione a stampa a versione on line o mista;
-progressiva transizione ai libri di testo on line o a versione mista (dall’anno scolastico 2011-2012 obbligo di adozione solo degli e-book).

Lo sportello Scuola di Adiconsum intende procedere ad una indagine sulla diffusione degli e-book, sul costo dei libri di testo e del corredo scolastico, sul rispetto dei tetti di spesa e dei vincoli per l’adozione dei libri di testo.

Per questo invita i consumatori a segnalare:
-gli istituti scolastici che non rispettano la normativa;
-le case editrici che non rispettano i vincoli previsti dal Ministero, propongono false edizioni, ecc..

all’indirizzo mail: scuola@adiconsum.it

Comments are closed.