SCUOLA. Limiti di spesa libri scolastici, Altroconsumo: “Migliora la situazione rispetto al 2005”

Rispetto allo scorso anno la situazione in materia di spesa per i libri scolastici migliora a Milano: solo il 14% delle classi sforano il tetto di spesa per i libri scolastici stabilito dal Ministero dell’istruzione e in misura inferiore al 10%. Lo rileva Altroconsumo che denuncia, però, un peggioramento a Napoli, dove le classi che sforano sono il 63%, metà delle quali addirittura di oltre il 10%.

L’anno scorso il 36% delle prime medie di Milano, Roma e Napoli aveva superato il limite. Nel 2005 Altroconsumo aveva lanciato un forte campagna per denunciare questo fenomeno, culminata con la denuncia al Tar di una Scuola di Milano: l’Alvaro-Martinengo. Il Tar aveva dato ragione all’associazione, annullando il provvedimento di adozione dei libri. "Quest’anno – si legge in una nota – in questa scuola nessuna classe sfora il tetto, a dimostrazione dell’efficacia dell’azione intrapresa".

Sono in tutto 177 le classi che l’associazione ha selezionato quest’anno, appartenenti a 29 scuole di Milano, Roma e Napoli scelte tra quelle già esaminate l’anno scorso. A Roma la situazione è sostanzialmente invariata, con una classe su quattro che supera i limiti. E la spesa per la dotazione di libri diminuisce di circa l’1%. Critica invece la situazione a Napoli dove si trova anche la classe con la spesa più elevata. Nella scuola Silio Italico di via degli Scipioni sforano 10 classi su 10, e nella prima B si spendono addirittura 404,90 euro.

"È positivo – dichiara Altroconsumo – che i tetti di spesa delle scuole medie siano invariati rispetto all’anno scorso. Peccato, invece, che anche quest’anno, come ormai avviene dal 2004, non sia previsto alcun limite di spesa per le scuole superiori". Ora i consumatori chiedono che il "Ministero dell’Istruzione si faccia carico di controllare la situazione a livello nazionale e di intervenire in tutte le scuole in cui ci siano violazioni del decreto, al fine di tutelare realmente il portafoglio delle famiglie. Purtroppo il problema si ripete negli anni, ma la nostra esperienza dimostra che una azione energica è capace di risolverlo".

L’associazione ha inoltre stilato alcuni consigli per le famiglie in vista dell’acquisto dei libri per l’anno scolastico 2006/2007:

Attendere l’inizio dell’anno per valutare:

  • quali libri siano effettivamente da acquistare;
  • quali libri è necessario acquistare subito e per quali si può rinviare l’acquisto a un secondo momento;
  • quali edizioni degli anni passati sono compatibili con quella nuova.

Comments are closed.