SCUOLA. Maturità, Codacons annuncia: “Vigileremo sulla regolarità degli esami”

Gli esami di maturità sono ormai alle porte, e si ripetono anche quest’anno le corse alle tracce delle diverse prove scritte. La tecnologia scende in prima linea nella ricerca dei titoli dei temi, in programma domani in licei ed istituti tecnici. Il Codacons rende noto che vigilerà affinchè non ci siano irregolarità nello svolgimento, legate all’uso del web o dei telefonini.

"Da qualche anno a questa parte – sostiene l’associazione – il diffondersi di internet e di strumenti telefonici mobili sempre più all’avanguardia, ha permesso il divulgarsi delle tracce d’esame e delle soluzioni delle prove scritte in tempi brevissimi. Capita così, ad esempio, che una scuola a Milano inizi la prova scritta mezz’ora prima di una scuola a Roma; il tempo necessario perché le tracce arrivino su internet e possano essere raggiunte da chi dispone di un cellulare con connessione al web, oppure comunicate via sms da chi sta a casa". "L’esperienza degli anni passati – afferma il Codacons – dimostra come i telefonini siano attivissimi durante le ore delle prove d’esame, nonostante l’obbligo di consegnarli alla commissione. Per questo chiediamo rigore massimo contro apparecchi telefonici e palmari, che in nessun caso devono essere introdotti in aula o utilizzati durante gli esami. Il Codacons verificherà domani eventuali fughe di notizie su internet o situazioni anomale e, in caso di violazione delle disposizioni vigenti, chiederà la ripetizione degli esami di maturità".

 

Comments are closed.