SCUOLA. Obbligo fino a 16 anni per i friulani, Regione approva Ddl

Dal 2008 gli studenti del Friuli Venezia Giulia avranno l’obbligo di andare a scuola fino a 16 anni. È questa la novità più interessante del disegno di legge, varato oggi dalla Giunta della Regione, che contiene linee guida "per l’accesso al sapere, il diritto allo studio, il nuovo ordinamento della formazione professionale e lo sviluppo del sistema formativo del Friuli Venezia Giulia". Gli sudenti che decidessero di entrare a tutti gli effetti nel mondo della formazione professionale, potranno inserirsi in un biennio superiore con la possibilità di iniziare un percorso formativo ufficialmente riconosciuto.

La nuova legge ha l’obiettivo di integrare le capacità formative di scuola, formazione professionale, università e mondo delle imprese, proponendosi, come ha detto l’assessore alla Cultura e Istruzione, Roberto Antonaz "di incrementare il tasso di scolarità dei giovani e di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica facendo in modo che rimangano il più a lungo possibile nel mondo dell’istruzione prima di fare scelte professionalizzanti".

La legge, che al momento si compone di una sessantina di articoli, si divide in quattro parti. La prima contiene le norme generali, i principi e le finalità. La seconda riguarda il diritto all’istruzione e allo studio oltre che la promozione delle istituzioni scolastiche autonome. La terza costituisce, dal momento che la competenza della Regione in materia è totale, la disciplina regionale del sistema di formazione professionale. La quarta concerne le attività integrate tra i due comparti.

Comments are closed.