SCUOLA. Progetto Eticommunity: a lezione di nuovi media

A lezione di Internet per imparare a fruirne: a Torino è possibile. È partito, infatti, ieri in tre scuole superiori piemontesi Eticommunity, l’iniziativa per il consumo consapevole dei media da parte degli adolescenti, nata nell’ambito del progetto DscholaTv e finanziata dal programma regionale Wi-Pie per la diffusione della banda larga in Piemonte.

Il progetto, articolato in otto lezioni da marzo a giugno 2008 nelle classi IV e V, è realizzato in collaborazione con la casa di produzione Zenit Arti Audiovisive e prevede approfondimenti sulla multimedialità al fine di prevenire l’uso errato da parte dei giovani delle nuove tecnologie. Spiega Massimo Arvat, responsabile per Zenit degli incontri: "Per rendere più efficace la riflessione da parte dei ragazzi sull’argomento, abbiamo scelto di sviluppare durante il corso una web-tv, che potrebbe in futuro diventare una vera tv scolastica. Diventando protagonisti di una gestione reale della comunicazione, i ragazzi si responsabilizzano e comprendono non solo come fruire dei nuovi media ma anche come produrre correttamente dei contenuti".

Le lezioni di quest’anno sono sperimentali; sulla loro base Zenit ha in programma di allargare Eticommunity a un numero maggiore di scuole, aumentando il bacino dei ragazzi coinvolti.

Comments are closed.